Tegu argentino: un rettile come animale domestico

Avete mai sentito parlare del Tegu argentino?

È il perfetto animale domestico… esotico!

Tra tutti i rettili domestici, il Tegu argentino ha un’indole più simile a quella dei cani.

 

Vediamo insieme le caratteristiche che lo rendono unico.

Come suggerisce il nome comune, il Tegu argentino è originario del Sud America, nello specifico dell’Argentina, BrasileParaguay e Uruguay.

Il nome scientifico di questo rettile della famiglia dei Teiidi è Tupinambis Merianae: il nome specifico “merianae” è stato dato in onore della naturalista di origine tedesca Maria Sibylla Merian.

È la specie più grande tra quelle appartenenti alla sua famiglia: difatti, possono raggiungere i 140 centimetri di lunghezza, comprensiva di coda. In genere, i maschi adulti sono molto più grandi delle femmine.

Alla nascita, il Tegu argentino è di colore verde smeraldo dalla punta del muso fino a metà del collo.

Dopo i primi mesi di vita, il verde smeraldo diventa pian piano bianco. In età adulta, il corpo è totalmente nero con striature bianche, che cambiano da un esemplare all’altro.

La testa è molto pesante, le mascelle sporgenti, la coda lunga e muscolosa. Quest’ultima, in natura, viene utilizzata dal Tegu come arma di difesa dai predatori.

Il tronco è compatto e muscoloso, le zampe robuste sono munite di artigli che gli permettono di scavare e arrampicarsi.

Ha una vita media di 16 anni.

 

Come posso allestire un terrario ad hoc?

Se desideri avere un Tegu argentino come animale domestico, la prima cosa che devi chiederti è come ricreare a casa il suo habitat ideale.

Date le dimensioni medie di questo rettile, il nostro consiglio è di allestire un terrario più ampio, almeno due metri di lunghezza e un metro di larghezza.

Occhio alla temperatura e all’umidità, caratteristiche ambientali fondamentali per il benessere dei rettili.

Nel caso del Tegu argentino, l’umidità del terrario dev’essere compresa tra il 75% e il 90%. Per mantenere un livello di umidità ottimale è necessario spruzzare lo strato con dell’acqua due o tre volte al giorno.

La temperatura del terrario non dev’essere uniforme, ma deve presentare una zona fresca a 27°C e un’area più calda a circa 37°C. Si può creare questa gradualità attraverso l’impiego di coperte termiche e una lampada UVB che produce calore.

 

Cosa mangia un Tegu argetino?

I tegu sono onnivori e si nutrono di una grande varietà di alimenti. 

In età giovanile preferiscono invertebrati come ad esempio scarabei, grilli, lumache e ragni. In età adulta, hanno necessità di un maggiore apporto proteico: si può optare per carne, pesce e uova. Tra l’altro, non disdegnano frutta e verdura.

 

Cosa rende il Tegu un rettile unico nel suo genere?

Il Tegu argentino è un animale tendenzialmente tranquillo e relativamente socievole. Si lasciano toccare e a volte perfino abbracciare dai propri “amici umani”. In alcuni casi, accettano di indossare un guinzaglio per passeggiare nelle ore più calde della giornata.

Ovviamente questa propensione alla socialità è una capacità adattativa. Per raggiungere questo risultato bisogna fare insieme all’animale un percorso di familiarizzazione.
Se hai bisogno di supporto o di un semplice consiglio per allevare al meglio il tuo Tegu argentino, puoi rivolgerti agli esperti Zoomiguana.

Contattaci

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Tempo di lettura: 2 minuti

Portrebbe interessarti anche

Ricevi le ultime notizie dal mondo Zoomiguana

Ricevi notizie su promozioni ed eventi

Resta aggiornato sui nuovi articoli

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.