fbpx

Come comunica il coniglio?

//Come comunica il coniglio?

Chi ha detto che solo cani e gatti sono in grado di comunicarci le loro emozioni?

Per poter capire un coniglietto e vivere con lui una serena convivenza è importante riuscire a comprendere il suo linguaggio e la ragione di certi suoi comportamenti.
Bisognerà quindi prestare attenzione in particolare al linguaggio del corpo, anche se il coniglio è in grado di emettere anche dei vocalizzi che ci permettono di comprendere il suo stato d’animo. Vediamo insieme come comunica il coniglio.

Cominciamo col dire che la voce non è il suo primo strumento di comunicazione. Infatti, è nella postura e nei movimenti che va cercata la chiave del suo linguaggio. Se riuscirete ad interpretare questi atteggiamenti, sarete in grado di capirlo.

Quando il vostro coniglio si sarà finalmente ambientato in casa e vi avrà riconosciuto come la propria famiglia esprimerà sicuramente la sua felicità. I segnali più frequenti sono i saltelli – i cosiddetti binkies – spesso mentre danno toccatine con il naso e il digrignamento dei denti, magari ad occhi chiusi. Questi segnali rappresentano una richiesta di attenzione o un invito al gioco.

Di chi è pauroso spesso si dice “sembri un coniglio”. In realtà i conigli sono più curiosi che paurosi. Soprattutto quando tornate a casa con la spesa, non faranno altro che girarvi intorno, come se chiedessero: “che c’è di nuovo?”. A volte si ergono sulle zampe posteriori, nella “posizione dell’omino”: è il loro modo di esplorare il contesto, di catturare odori e sensazioni esterne. Questa posizione potrebbe costituire anche una richiesta di cibo. Sta a voi essere attenti alla loro alimentazione e non farvi intenerire dai loro occhioni dolci per uno snack in più. Cereali e dolcetti vari sono in realtà alimenti assolutamente dannosi per la sua salute, sebbene ne vada ghiotto; in alternativa scegliete dei pezzi di pellet o di frutta.

Nonostante ciò, come tutti gli altri animali, anche i conigli fanno esperienza della paura. Che la minaccia sia vera o solo sospetta, il modo più frequente per annunciarla è un forte calcio sul pavimento, dato con le zampe posteriori. Non vi stupite se sentirete tremare la casa dalla forza di questo gesto.

Questi piccoli mammiferi così teneri e buffi sono molto legati al territorio. Ebbene sì, anche i conigli ringhiano e attaccano. Quando un loro simile o un umano invade il territorio, il codino si alza (e a volte emana pure puzzette!) e possono partire anche morsi taglienti.

A differenza dei morsi come manifestazione di aggressività, i morsetti d’affetto indicano che l’animale richiede attenzioni. Purtroppo qualche volta l’affondo potrebbe essere un po’ più deciso, pertanto è meglio non abituare il coniglio a manifestare affetto in questo modo.

In natura il coniglio è preda, per questo tende a nascondere il dolore, perché questo lo renderebbe vulnerabile di fronte ai predatori. Purtroppo il coniglio domestico non ha perduto questo istinto, pertanto raramente mostra la sofferenza e quando lo fa è già ora di correre dal veterinario. Attenzione quindi se rimane troppo tempo in posizione rannicchiata o se rifiuta il cibo. Accade molto di rado, ma i conigli possono emettere un urlo acutissimo: significa paura o dolore improvviso e fortissimo, correte quindi subito dal veterinario anche in questo caso, per capire cosa sia successo.

Ci sono poi casi in cui è consigliabile far sterilizzare i vostri conigli. A causa di sbalzi ormonali i conigli maschi girano in circolo attorno a cose e persone – si tratta di una sorta di danza dell’accoppiamento piuttosto caratteristica, il coniglio maschio, preda dei propri istinti sessuali, in mancanza di una femmina cerca il partner nel proprietario. In altri casi emettono un suono gutturale (gu gu gu), strusciano il mento sopra le cose per marcarle, come per dire “è mio”, o ancora spruzzano pipì particolarmente odorosa fuori dalla lettiera. Le femmine non ancora sterilizzate potrebbero, invece, soffrire di gravidanze isteriche, e proprio come le future mamme, creare un nido con il fieno e il proprio pelo: si tratta di uno stress enorme.  Questi segnali vi stanno comunicando a gran voce che è ora di sterilizzare.

Non tutti i conigli lo fanno, ma il gesto più eclatante rimane il cosiddetto “flop”. Sembra quasi che il coniglio svenga all’improvviso, buttandosi di colpo su un lato del corpo: niente affatto, quello è solo un coniglio felice e rilassato. Attenti a non svegliarlo!

Vi sarà sicuramente capitato di vedere il vostro coniglio che si lecca le zampine anteriori e poi se le passa sulle orecchie, sugli occhi e sul muso. Questi piccoli mammiferi sono animali estremamente puliti e compiono quest’operazione anche più volte al giorno. Quando il pelo diventa sporco e opaco, c’è da preoccuparsi, significa che qualcosa non va.

Se, dopo aver letto il nostro articolo, hai ancora delle curiosità o hai bisogno di maggiori informazioni, ti ricordiamo che in tutti gli store Zoomiguana ci sono professionisti esperti pronti a consigliarti.

Contattaci

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

2020-09-10T10:10:00+00:00Inside Zoomiguana|
Il megastore con tutti gli animali e i massimi esperti di animali

PER CONTATTARCI

Clicca qui oppure scrivici a customercare@zoomiguana.com

SIAMO A:

QUALIANO
Parco Commerciale Catania
Via Santa Maria a Cubito 28 - 081.8186565
TRENTOLA-DUCENTA
Centro Commerciale Jambo1 - 081.19090545
CASORIA
Via Circumvallazione Esterna - di fronte UCI CINEMA - 081.19525733
MARCIANISE
SP 335 - direzione Maddaloni- 0823.1687056
NAPOLI
Via Santa Brigida 34 - 081. 19213604
BARI
Via Martiri delle Foibe - Parco Santa Caterina - Globo - 080.8590493

QUARTO
Via Dante Aligheri,4 - Quarto (NA) - 08119542462